Lentate, la Regione risponde a Costantin: annunciato il disastro dell'8 luglio

Il sindaco
Rosella Rivolta ha più volte dichiarato che il Comune non è mai stato avvisato del possibile temporale che, nella notte tra il 7 e l'8 luglio, ha pesantemente colpito il territorio. Niente allerta meteo. La Regione Lombardia, rispondendo a un quesito del consigliere comunale
Massimiliano Costantin (Lentate Popolare) che voleva fare chiarezza, precisa che il rischio era stato annunciato. Insomma, per la Regione i sindaci e i vari corpi di Protezio...

Il sindaco

Rosella Rivolta ha più volte dichiarato che il Comune non è mai stato avvisato del possibile temporale che, nella notte tra il 7 e l'8 luglio, ha pesantemente colpito il territorio. Niente allerta meteo. La Regione Lombardia, rispondendo a un quesito del consigliere comunale

Massimiliano Costantin (Lentate Popolare) che voleva fare chiarezza, precisa che il rischio era stato annunciato. Insomma, per la Regione i sindaci e i vari corpi di Protezione civile avevano tutte le informazioni necessarie per attrezzarsi ad affrontare l'emergenza meteo. Per completezza d'informazione, dopo tutte le polemiche del mese, pubblichiamo la lettera che la Regione Lombardia ha inviato a Costantin.




In riferimento alle richieste contenute nella nota in oggetto, riferite ai problemi conseguenti alla piena del fiume Seveso in Comune di Lentate sul Seveso, si forniscono i seguenti elementi informativi acquisiti dalle strutture regionali, per quanto di competenza:

? Ai sensi della normativa vigente, le attività di allertamento per rischi naturali ai fini di Protezione Civile sono di competenza delle Regioni, che le svolgono per il tramite dei Centri Funzionali (e relativi centri di competenza).

? Il bollettino di vigilanza emesso in data 7 luglio dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, in base ai dati forniti dai Centri Funzionali delle Regioni, segnalava possibilità di precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, su tutta l’Italia settentrionale.

? Sul sito della Protezione Civile regionale è stato segnalato per il giorno 8 luglio, per l’area omogenea di cui fa parte il Comune di Lentate sul Seveso, un livello di “ordinaria criticità” per rischio temporali forti e rischio idraulico. Ai sensi della direttiva regionale per l’allertamento ai fini di Protezione Civile, per “ordinaria criticità” si intendono fenomeni che possono comunque generare delle conseguenze localizzate: ad esempio i rovesci intensi, spesso associati ai  temporali forti, nei centri urbani possono determinare allagamenti con danni negli scantinati o nelle zone più depresse o prive di scolo dei piani terra e forte ostacolo alla viabilità in genere.

? Le previsioni meteorologiche dei giorni precedenti l’evento hanno segnalato che le

precipitazioni avrebbero avuto carattere temporalesco, ossia di fenomeno molto contenuto nel tempo e nello spazio, quindi difficilmente prevedibile nella sua entità e ancor più difficilmente stimabile, nella fase di previsione, in termini di conseguenze sul territorio.

? Le valutazioni tecniche effettuate post-evento hanno dato i seguenti risultati:

- l’analisi dei dati idrologici ha mostrato che le aree maggiormente colpite sono state l’alto bacino del Lambro, a monte del lago di Pusiano, e l’alto bacino del Seveso, con intensità massima di precipitazione su intervalli di tempo molto ristretti (1-3 ore), corrispondenti ai tempi di risposta del bacino del Seveso (dal punto di vista idrologico la gravità maggiore si genera quando nel bacino le precipitazioni sono massime per una durata pari a quella del tempo di risposta del bacino);

- l’analisi dei dati idraulici ha mostrato la gravità ed eccezionalità dell’evento, con tempi di ritorno fino a 100 anni.

Restando a disposizione per ogni ulteriore informazione e chiarimento, si porgono cordiali saluti.

Il Dirigente

Stefano Buratti